top of page

Vomito e nausea durante la gravidanza: che cosa è la iperemesi gravidica





Tra le 'ammalate' anche la Principessa del Galles Kate


Uno dei sintomi più invalidanti della gestazione che può condurre, in breve tempo, a complicanze di medio e grave sviluppo è l’iperemesi gravidica, accompagnata, talvolta, anche da una perdita di peso e da una notevole e pericolosa disidratazione dovuta a nausea, vomito, ed una acidità percepita per tutta la gravidanza e/o soprattutto nei primi tre mesi di gestazione.


Contrastare tali disturbi è possibile attraverso una dieta. Nella fase acuta, poi, si può giungere addirittura a sospendere l’alimentazione per uso orale, per poi reintrodurre il cibo al superamento della criticità. Questa specifica complicanza colpisce nel primo trimestre tre donne su quattro, mentre l’Iperemesi arriva a colpire lo 0,5 % delle donne. Quando la condizione di nausea non evolve positivamente nel corso dei primi tre mesi di gestazione si prefigura l’Iperemesi, dovuta, si pensa, all’aumento dei livelli di estrogeni o delle beta sub unità della gonotropina corionica umana. Le cause di questa condizione non sono ancora note per cui si ipotizza che intervengano fattori genetici o addirittura di origine psicosomatica, psicologico-comportamentale.


Si è notato nel tempo e, su larga scala, che ne sono affette soprattutto donne in gravidanza gemellare. In genere le manifestazioni di nausea e vomito sono circoscritte alla mattina, mentre l’Iperemesi si prefigura come una complicanza invalidante nell’intero arco della giornata della gestante. In taluni casi gravi, l’Iperemesi gravidica può portare ad un lieve ipertiroidismo, anche se transitorio, giungendo a procurare danni epatici.


Nelle forme più severe, poi, può provocare – ove non curata- conseguenze a livello encefalico e la rottura dell’esofago. Tra le complicanze meno severe ma ugualmente importanti in gestazione vi è la perdita di peso, la diminuzione della quantità di urine, la chetosi e un quadro elettrolitico anomalo, tra cui importanti carenze nutritive. La sintomatologia, che ha riguardato anche la Principessa del Galles, Kate, è una condizione spesso sottovalutata, ma altamente rischiosa per la vita e le conseguenze che può portare in un quadro “già di per sé delicato” quale quello di una gravidanza.


Per questo motivo si consiglia fortemente di rimettersi alle indicazioni del medico, evitando che la sintomatologia possa evolvere in maniera più severa.



Comments


bottom of page